Nel periodo 2014-2020, il programma INTERREG MED, grazie alla cooperazione di 19 paesi, intende sviluppare un’economia a bassa emissione, proteggere le risorse naturali e culturali e intende potenziare l’innovazione. Tali obiettivi sono in linea con la Strategia Europea 2020 che sottolinea la necessità di una crescita sostenibile nel rispetto dell’ambiente e basata su un approccio eco sistemico.  Il programma infatti presenta 4 assi prioritari:

  • Asse 1 – INNOVAZIONE, Promuovere le capacità di innovazione nell’area mediterranea per una crescita intelligente e sostenibile;
  • Asse 2 – ECONOMIA A BASSA EMISSIONE, Favorire strategie a bassa emissione di carbonio e un’efficienza energetica negli specifici territori del programma: città, isole e aree remote;
  • Asse 3 – RISORSE NATURALI E CULTURALI, Proteggere e promuovere le risorse culturali e naturali del Mediterraneo;
  • Asse 4 – GOVERNANCE, Rafforzare la governance nel Mediterraneo.

Il terzo bando per progetti modulari, si riferisce all’Asse 1 (esclusivamente il sotto tema Crescita blu) e all’Asse 3 con i relativi Obiettivo Specifico 3.1 e Obiettivo Specifico 3.2:

ASSE 1

OS 1.1: Aumentare l’attività transnazionale dei cluster e delle reti nei settori chiave dell’area specifica del Programma;   Sotto tema –  Crescita blu, empowerment delle istituzioni pubbliche e delle imprese private nel settore della Crescita blu:  energie marine, sicurezza dei trasporti marittimi, acquacoltura, biotecnologia marina,  turismo marittimo e costiero.

ASSE 3

OS 3.1:  Favorire lo sviluppo di un turismo marittimo e costiero sostenibile e responsabile nell’area specifica del Programma;

OS 3.2:  Mantenere la biodiversità e gli ecosistemi naturali attraverso il rafforzamento della gestione e delle reti nelle aree protette.

Beneficiari:
  • Autorità pubbliche nazionali, regionali e locali
  • Agenzie di settore
  • Fornitori di servizi di trasporto
  • Gruppi di interesse, incluse ONG
  • Istituti di istruzione superiore e di ricerca
  • Scuole o centri di educazione e training
  • Imprese
  • Piccole e medie imprese
  • Organizzazioni di supporto alle imprese
  • Gruppi Europei di Cooperazione Internazionale
  • Organizzazioni internazionali e Gruppi Europei di Interesse Economico

In particolare, per l’ASSE 1 è obbligatorio il coinvolgimento diretto delle Piccole e Medie Imprese; per l’ASSE 3 è cruciale il coinvolgimento degli organi di gestione delle aree protette e delle autorità responsabili.

Proposte attivabili:

Le proposte progettuali possono essere esclusivamente di tipo M2+M3:

M2 Testing, sperimentazioni e azioni pilota:

  • Strumenti di supporto per l’innovazione delle PMI
  • Strumenti che facilitino lo scambio tra pubblico e privato
  • Replicabilità di politiche pubbliche di successo per l’innovazione
  • Innovazione di sistemi e processi usando nuovi modelli economici, innovazioni basate sulla domanda e partnership tra pubblico e privato
  • Supportare servizi a favore del settore privato per stimolarne la capacità innovativa nell’ambito della Crescita Blu
  • Meccanismi che incoraggino la cooperazione tra gli istituti di ricerca, le PMI e il settore pubblico per stimolare l’innovazione e l’imprenditorialità nel settore della Crescita Blu
  • Creare o rafforzare i network transnazionali e i cluster per ottenere un modello di cooperazione innovativo tra gli attori della Crescita Blu.

M3 Capitalising, trasferimento, capitalizzazione, mainstreaming:

  • Trasformare progetti pilota in progetti su vasta scala
  • Replicabilità di strumenti sviluppati e testati
  • Riformulare, completare e migliorare i risultati e le attività di uno specifico settore della Crescita Blu ottenuti e portati avanti in progetti precedenti approvati dal programma INTERREG MED
  • Implementare le politiche pubbliche a favore dell’innovazione nel settore della Crescita Blu o adottare azioni pianificate dalle autorità pubbliche
  • Trasferire sistemi o processi migliorati in altri territori o in settori rilevanti
  • Coinvolgere le regioni nelle esistenti Smart Specialisation Strategies per rafforzarne la capacità di connessione e di cooperazione a livello transnazionale
  • Creare o rafforzare network sostenibili tra gli attori sul modello della quadrupla elica nell’ambito della Crescita Blu con un collegamento alle esistenti o previste piattaforme europee
  • Rafforzare i network e i cluster marittimi esistenti e ampliare la loro connessione e le sinergie nell’area del Programma
  • Potenziare capacità ed empowerment
  • Supportare le Pubbliche Autorità, i manager e i membri dei cluster nel produrre innovazione basata sulla domanda, nell’utilizzo di nuovi modelli economici e stimolando la cooperazione interdisciplinare e transnazionale

In particolare, per l’ASSE 3 OS 3.2,  sono specificate 3 tipologie di azioni:

  1. Rafforzare l’integrazione delle strategie nazionali, regionali e locali per le aree protette attraverso una maggiore sensibilizzazione sulla protezione delle aree fragili, il supporto all’elaborazione delle politiche e il supporto alle associazioni locali.
  2. Rafforzare le reti di gestione delle aree protette rendendo più intensiva la cooperazione tra le autorità pubbliche competenti e gli stakeholder chiave, incluse le associazioni locali.
  3. Migliorare il monitoraggio e le gestione delle aree protette trasferendo soluzioni gestionali e di valutazione.

Ogni proposta deve prevedere almeno 5 soggetti partner:

  • da almeno 5 paesi differenti aderenti al Programma e
  • con almeno 4 in territorio UE.
Risorse finanziabili:

La dotazione finanziaria approssimativa di questo bando è di 32 milioni di euro così suddivisi:

  • ASSE 1: 8 milioni
  • ASSE 3: 22 milioni
  • IPA: 2 milioni
Scadenze:

Due sono le fasi per la presentazione dei progetti che dovranno essere presentati attraverso strumento informativo SYNERGIE CTE

Pre-applicant phase :

  • 31 gennaio 2019 ore 12 per la validazione via Synergie Cte
  • 14 febbraio 2019 ore 12 per caricare gli allegati

Full application phase:

  • 27 giugno 2019

 

Link: